Ricette : Antipasti

Boys Don't Cry - The Cure
Carciofo Fritto e salsa al Gin
  • Preparazione ~50 min
  • Cottura ~30 min
  • Ingredienti per 4 persone
  • Costo: Medio
  • Difficoltà: Bassa

Carciofo Fritto e salsa al Gin

4/5

Questa ricetta che vi stiamo presentando è una visitazione dei famosissimi Carciofi alla Giudia, piatto tipico della cucina laziale di derivazione giudiaco-romanesca. La ricetta è molto longeva e risale infatti al XVI secolo, nata proprio nel ghetto ebraico della capitale. Oggi si possono degustare nelle osterie della capitale e non sono da confondere con gli altrettanto tipici carciofi alla romana, che prevedono una cottura in tegame. 

La particolarità dei carciofi alla giudia è proprio l'inconfondibile croccantezza, sia del cuore che delle punte, che si raggiunge solo attraverso la frittura (l'olio deve essere ben caldo ed avere la temperatura di 170 gradi). Si consiglia, come tutti i fritti, di degustarli caldi e di non conservali in nessun modo, perchè perderanno inevitabilmente la loro croccantezza. 

La tipologia di carciofi migliori per realizzare questa ricetta sono i Cimaroli, chiamati anche le "mammole", sono considerati i più pregiati della tipologia "carciofo romanesco" e vengono coltivati tra Ladispoli e Civitavecchia.

Seguite la nostra ricetta per scoprire come fare un carciofo fritto perfetto fatto in casa. Noi abbiamo voluto aggiungere un tocco Rock accompagnadoli con una salsa al Gin, provatelo anche voi e fateci sapere!

 

Ingredienti

Per i carciofi:

  • 4 carciofi 
  • 1 limone
  • 2 cucchiai di succo di limone
  • 1 litro e mezzo di olio di semi di arachidi
  • sale q.b.
  • pepe q.b.

Per la salsa al Gin:

  • 10 Bacche di ginepro
  • 30 g di Gin
  • 200g latte
  • 50 g panna
  • sale q.b.

Procedimento

1

Rimuovete delicatamente le foglie più rigide dei carciofi, successivamente lavateli e immergeteli in una bacinella di acqua fredda e succo di limone. Nel frattempo iniziate la preparazione della salsa al Gin.

2

Versate in una casseruola a fuoco moderato il latte, la panna e le bacche di ginepro facendo ridurre tutti gli ingredienti fino ad ottenere la consistenza di una salsa. A questo punto aggiungete il Gin e il sale. La salsa è pronta!

Adesso potrete dedicarvi ai carciofi.

3

Prendete i carciofi per il gambo, asciugateli delicatamente e disponeteli a testa in giu per allargare le foglie, salateli e pepateli fuori e dentro.

4

E' il momento adesso della cottura: procederemo alla doppia cottura:

1 Immergeteli per il gambo nell'olio a fuoco moderato, appena vedete che stanno diventando dorati controllate la cottura: il gambo delle essere "al dente". Con la paletta bucata ritirateli dal fuoco e sccolateli nella carta assorbente

2 Adesso alzate il fuoco, che deve raggiungere la temperatura di 170 gradi e procedete ad immergeli di nuovo, come fatto precedentemente, questa volta per circa 3 minuti. 

Passate a questo punto un getto di acqua fredda sui carciofi per conferirgli croccantezza, lasciateli asciugare in acqua assorbente.

5

Non vi resta che impiattare i carciofi (serviteli caldi) accompagnati dalla salsa al Gin.

 

Consigli

☞ Volete dare un tocco più rock? Impiattateli disponendo la salsa "alla Pollock" e adagiatevi sopra il carciofo (proprio come abbiamo fatto noi!)

♫ Food rockers nostalgici del vinile, a questo link  potete acquistare l'album Three Imaginary Boys de The Cure

0 Commenti

Lascia un commento per primo!

Lascia un commento

* Campo obbligatorio. La tua email non verrà pubblicata.
Follow us on Instagram!
Sponsorship, help us!

Amici food rockers, vi ricordiamo che il progetto Food'n Rock non riceve finanziamenti da nessuno, il lavoro viene fatto per passione della cucina e del Rock’n Roll! Qualsiasi sponsorizzazione per il progetto ci sarà di grande aiuto per continuare al meglio.

DONATE CON

Clicca il logo e prosegui su paypal.com