Blog : Benessere

Le stagioni in tavola: Inverno. Frutta, ortaggi di stagione

Le stagioni in tavola: Inverno. Frutta, ortaggi di stagione

Sono buone le arance di luglio? Posso mangiare le fragole a settembre? Perché devo aspettare dicembre per il radicchio rosso di Treviso? Peperoni e pomodori d’inverno, è il momento giusto?
Al giorno d’oggi in cui la spesa è sempre più destagionalizzata, in cui nei banchi di mercati e supermercati si può trovare di tutto: da arance a luglio, peperoni e pomodori d’inverno, fragole a ottobre, non è facile orientarsi sull’acquisto giusto dei prodotti di stagione.

Qui di seguito abbiamo pensato di pubblicare una sorta di “almanacco d'inverno“, una piccola guida sui prodotti dei mesi che vanno da settembre a dicembre. Troverete anche l’elenco delle proprietà benefiche di alcune delle materie prime che abbiamo utilizzato in questo ricettario. Si tratta di frutta e verdura reperibile durante i mesi autunnali. Chiaramente se avete la possibilità acquistatela direttamente dal contadino, nei farmers markets, ovvero orientatevi alla filosofia del KM0, in modo che oltre alla qualità anche le proprietà nutritive e benefiche rimangano inalterate. Allo stesso tempo apporterete anche vantaggi all’ambiente in chiave ecologica legati dal concetto del “trasporto breve e meno inquinante”. 

Carciofi 
I carciofi sono un ortaggio appartenente alla famiglia delle composite e derivano da selezionamenti del cardo, ne esistino di molteplici varietà, pensate che nel mondo vengono coltivate circa 90 qualità differenti di carciofi, le quali differiscono infatti per forma (allungata o più tondeggiante), la presenza o meno di spine e per la tonalità di colore, che può virare o meno al violaceo.I carciofi possiedono notevoli qualità benefiche: sono infatti diuretici, antiossidanti, abbassano i livelli di colesterolo cattivo, proteggono il fegano ed aiutano il transito intestinale.

Cavolo
Con il nome di cavolo si intende tutti gli ortaggi appartenenti alla famiglia delle Crucifere, ne esistono infatti moltissime qualità che differiscono per colore, forma, dimensione e gusto. Il cavolo è perfetto per mantene una dieta sana ed equilibrata, contiene infatti zolfo, calcio, fosforo, rame, iodio, selenio, magnesio, vitamina C e B1 e pochissime calorie. Si presta alla preparazione di zuppe, minestre, primi piatti e contorni.

Radicchio rosso di Treviso
Il radicchio è una comune cicoria, caratterizzato dal colore rosso intenso, una nervatura centrale di colore bianco, un sapore leggermente amarognolo e da una consistenza croccante.Il radicchio in genere è un ortaggio che si trova tutto l’anno ma il periodo del radicchio di Treviso va da ottobre fino a primavera, in base alla varietà.

Il radicchio precoce, meno pregiato, caratterizzato da cespi di forma molto allungata, da una grossa costa centrale più o meno fibrosa, da foglie con lembo molto ampio racchiuse in modo piuttosto compatto.
Il radicchio tardivo, il Re di tutti i Radicchi, presenta una radice a fittone, un cespo di foglie lanceolate, serrate e avvolgenti all’apice. La costa è di colore bianco, piuttosto grossa e di consistenza croccante.

Cime di rapa 
Le cime di rapa appartengono alla famiglia delle brassicacee (quella alla quale appartengono i cavoli per intenderci), vantando propietà antiossidanti, antinfiammatorie e disintossicanti. La loro stagionalità è autunnale ed invernale in quanto la loro coltivazione ha bisogno di basse temperature, quest’ultima si estende maggiormente nelle regioni del Lazio, Puglia, Calabria, Molise e Campania.
Le cime di rapa vantano un modesto contenuto calorico, molte fibre, minerali, vitamine A,C,K,B e calcio e sono ideali per creare primi piatti e contorni.

Topinambur
Finalmente questo fantastico e versatile ingrediente è riapparso negli scaffali dei nostri supermercati, sparito ahimè da decenni. Viene chiamato in molti modi: da rapa tedesca a carciofo di Gerusalemme, girasole del Canada, tartufo bastardo o girasole tuberoso, ma che cosa è in realtà Topinambur? E quali sono i suoi usi in cucina?Il topinambur è un ortaggio, appartenente alla famiglia delle Compositae, si origina da una pianta ornamentale dai bellissimi fiori gialli; somiglia per colore e consistenza alla patata, ma è privo di amido, mentre per il gusto dolciastro si avvicina di più al carciofo. Ne esistono due tipologie: quello bordeaux, stagionalità va da ottobre ad aprile, e  quello topinambur bianco, presente sul mercato da fine agosto.
Quali sono i valori nutrizionali e benefici del Topinambur? Abbassa il colesterolo, dà un senso di sazietà, stimola il sistema immunitario, contro la stitichezza, combatte stress e stanchezza

Pompelmo 
Frutto appartenente agli agrumi, è simile all’arancia, ma più grosso, di colore giallo o rosa, con sapore acidulo, amarognolo e meno dolce. Esistono diverse varietà di pompelmo e quello più noto potrebbe essere il pompelmo rosa.
Il suo apporto nutrizionale è ottimo, poiché si caratterizza per un ridottissimo coefficiente energetico, molta acqua, vitamina C e altri antiossidanti.

Limone 
Ibrido tra cedro e lime, frutto ovale. La buccia sottile e spessa va dal verde al giallo ed è ricca di oli essenziali. La polpa è generalmente molto aspra e succosa. I limoni invernali nascono dalla fioritura primaverile.
Molto ricco di vitamina C, ma contiene anche vitamina A e B. Rafforza le difese immunitarie. 

 

Calendario della stagionalità invernale di frutta e verdura.
I prodotti sono inseriti in una griglia di mesi, in alcuni casi abbiamo calcolato una sorta di mesdia in quanto lo stesso prodotto coltivato al Nord o al Sud dell’Italia matura in tempi diversi.

DICEMBRE - MARZO

Dicembre

Gennaio

Febbraio

Marzo

Arance, clementine, mandarini, cardi, castagne, broccoli,  carote, cicorie da cespo, cime di rapa, cavolfiori, cavoli e verze, finocchio, radicchi, frutta in guscio, mele, kiwi, rape, rafano, porri,   spinaci, funghi e tartufi, sedano rapa, topinambur, zucche.

Arance, pompelmo, limone,  cardi, broccoli,  carote, cicorie da cespo, cime di rapa, cavolfiori, cavoli e verze, finocchio, radicchi, frutta in guscio, mele, kiwi, rape, rafano, porri,   spinaci, sedano rapa, topinambur, zucche. 

Barbabietole, carciofi spinosi, pompelmo, limone,  cardi, broccoli,  carote, cicorie da cespo, cime di rapa, cavolfiori, cavoli e verze, finocchio, radicchi, frutta in guscio, kiwi, rape, rafano, porri,  ravenelli, sedano rapa, topinambur, zucche.

Asparagi, Barbabietole, carciofi, erbe spontanee, cardi, broccoli,  carote, cicorie da cespo, cime di rapa, cavolfiori, cavoli e verze, finocchio, radicchi, frutta in guscio, kiwi, fave novelle, cipollotti,  ravenelli, sedano rapa, topinambur, valeriana.

0 Commenti

Lascia un commento per primo!

Lascia un commento

* Campo obbligatorio. La tua email non verrà pubblicata.
Follow us on Instagram!
Sponsorship, help us!

Amici food rockers, vi ricordiamo che il progetto Food'n Rock non riceve finanziamenti da nessuno, il lavoro viene fatto per passione della cucina e del Rock’n Roll! Qualsiasi sponsorizzazione per il progetto ci sarà di grande aiuto per continuare al meglio.

DONATE CON

Clicca il logo e prosegui su paypal.com