Blog : Benessere

Il fiore d'inverno: il radicchio rosso di Treviso

Il fiore d'inverno: il radicchio rosso di Treviso

Quel fiore d'inverno, il radicchio rosso di Treviso, che conquista per il suo sapore dolcemente amaro e per la versatilità di utilizzo in cucina. Ricco di vitamine, fibre e sali minerali, scopriamo tutte le verità sul radicchio.

“Il rosso, tono dominante della natura moribonda, si erge nella sua crescente freschezza come su steli di alabastro, a cantare una vita che sfida i rigori dell’inverno e se ne avvantaggia”. 
– G. Maffioli (La cucina trevigiana, 1983)

Conosciuto e coltivato già nel '500, il radicchio è una comune cicoriaChicorium Intybus, della famiglia delle Composite, caratterizzato dal colore rosso intenso, una nervatura centrale di colore bianco, un sapore leggermente amarognolo e da una consistenza croccante.

Nel corso degli ultimi due secoli ha conosciuto interventi di miglioramento che hanno sostanzialmente modificato la pianta.
 La vera rivoluzione da cicoria spontanea alla forma attuale la si deve a Francesco Van den Borre, specializzato nell’allestire parchi e giardini, arrivato nel Trevigiano intorno al 1860 dal Belgio, avrebbe applicato al radicchio di Treviso le tecniche di imbianchimento in uso per le cicoria belghe.

Il radicchio in genere è un ortaggio che si trova tutto l’anno ma il periodo del radicchio di Treviso va da ottobre fino a primavera, in base alla varietà. Scopriamo tutte le proprietà del radicchio e i suoi benefici, in base alle varietà.

Il radicchio precoce, meno pregiato, caratterizzato da cespi di forma molto allungata, da una grossa costa centrale più o meno fibrosa, da foglie con lembo molto ampio racchiuse in modo piuttosto compatto.

Il radicchio tardivo, il Re di tutti i Radicchi, presenta una radice a fittone, un cespo di foglie lanceolate, serrate e avvolgenti all’apice. La costa è di colore bianco, piuttosto grossa e di consistenza croccante.

Il radicchio è un alleato prezioso per la nostra salute perché è una vera fonte di minerali, depura l'organismo grazie all’elevato contenuto di acqua e la presenza di fibre, rafforza le ossa ed è ideale per la dieta grazie al suo basso apporto calorico. Contiene soprattutto potassio, ma anche fosforo, magnesio, zinco, calcio, ferro e sodio che lo fanno diventare un ottimo anti-anemiapreviene l’osteoporosi per la presenza di calcio e ferro e grazie alla vitamina K facilita la coagulazione del sangue.  favorisce il metabolismo delle ossa rendendole più forti. Infine essendo una miniera di antiossidanti è in grado di contrastare i radicali liberi e l’invecchiamento cellulare. 

Come utilizzare il radicchio in cucina?
Molto utilizzato in cucina per la sua versatilità, è possibile consumarlo cotto o crudo. Potete utilizzarlo al forno, alla piastra, o stufato ma l’ideale per non disperdere i suoi sali minerali è consumarlo a crudo, in insalate o in pinzimonio. 
Si presta per tutte le preparazioni: sicuramente le più usate sono il risotto, la pasta, la pasta ripiena o pasta al forno, ma potete usarlo anche per polpette, creme, salse o dolci.

Scoprite le nostre ricette dal tocco rock con il radicchio!

 

0 Commenti

Lascia un commento per primo!

Lascia un commento

* Campo obbligatorio. La tua email non verrà pubblicata.
Sponsorship, help us!

Amici food rockers, vi ricordiamo che il progetto Food'n Rock non riceve finanziamenti da nessuno, il lavoro viene fatto per passione della cucina e del Rock’n Roll! Qualsiasi sponsorizzazione per il progetto ci sarà di grande aiuto per continuare al meglio.

DONATE CON
Donate con PayPal

Clicca il logo Paypal e prosegui su paypal.com. Inserisci l'importo della tua donazione e prosegui.